Pagelle Pfp – Crocifisso

Nicolé: Salva la baracca quando i compagni di reparto si distraggono, sfoggiando alcuni interventi d’istinto e un paio di tuffi per gli obiettivi dei fotografi. Dirige la retroguardia con piglio sicuro. Belvedere, voto 7.

 

Carretta: Un posto bisogna pur trovarglielo, come si fa per le soubrette in politica. Il porporato accetta la sfida e si piazza dietro la linea della difesa come se ci fosse nato. Velina, voto 6.5.

 

Baroni: Gli anni si fanno sentire e la schiena lo tartassa, ma il barone rampante sfodera un’altra prestazione da incorniciare correndo, battendo e masticando improperi per gran parte della partita. Più forte della malasorte, voto 7.

 

Bertolini Davide: Terzino roccioso d’altri tempi, il padovano dagli occhi di ghiaccio fa sentire i muscoli sulla destra e dalla sua parte non passa proprio nessuno. Si impaurisce quando è ora di far girar palla sotto pressione, ma ad un ragazzo così si perdona tutto. Golden boy, voto 6.5.

 

Ricci: Dolorante e acciaccato, regge un tempo e poi è costretto a mollare per evitare guai peggiori. Sempre puntuale nelle chiusure, allunga che è un piacere e vince pure qualche contrasto facendo gridare al miracolo dai compagni. Caniggia da guardia, voto 6.

 

Bertolini Marino: Scende dalla parte sbagliata del letto e si ricorda che ogni tanto deve anche difendere. Se ne sorprende per primo e la novità gli regala nuova linfa per lanciare, dribblare, contrastare e siglare un bel penalty. Peccato per la voce. Paperino , voto 7.

 

Piran: Preoccupato dalle oscillazioni del mattone e invisibile agli occhi spiritati di Zuin, è costretto a correre a vuoto su e giù, avanti e dietro, sopra e sotto. La cosa lo indispone e la grisa ruggisce come un leopardo, ma la zampata c’è sempre. Borsistico, voto 6.

 

Zuin: Corre come una furia lasciandosi alle spalle un forte odore di polvere da sparo. Ogni tanto si sente pure il bang supersonico, ma sono solo le pallonate che tira addosso ai portieri avversari. Si guadagna un rigore che gli viene sottratto dal malefico papero. Furetto a reazione, voto 7.

 

Perrone: Un tempo e via, giusto il tempo di mostrare ai ragazzi come si gioca a calcio. Duetta con tutti e innesca una marea di azioni pericolose, con l’abbronzatura di chi la sa lunga ed una criniera spettacolosa. Calendario Max, voto 7.

 

Bonavina: Una valanga di gol, azioni a non finire, spunti di gran classe ed il consueto savoir faire. L’Avvocato prende per mano ancora una volta la beata compagnia e la porta a spasso nel magico mondo del pallone. Agnelli chi?, voto 8.

 

Candotti: Metà gara fuori, l’altra metà a fare il libero. Una domenica potenzialmente da dimenticare per il Candotti coi piedi buoni. Lui se ne frega e conferma di avere le doti del centrale di alta categoria. Impassibile, voto 6.5.

 

Aldighieri: Dirigente-giocatore, si accomoda sulla fascia destra e segna il territorio. Sbaglia poco, corre molto e fornisce a Zuin un assist profondo al bacio. Uno di noi, voto 6.5.

 

Sabbadini: L’alter ego di Stam, i cui misteriosi schemi motori lo portano a diventare l’altra faccia della medaglia del nostro giardiniere preferito, sforna un altro match fatto tutto di concretezza e pochi fronzoli. All’erta sto, voto 6.5.

 

Pistore: Si appaia sulla sinistra al “gemello” Garavello e aiuta a condurre in porto una partita che, negli ultimi minuti, diventa molto spigolosa. Puntuale e preciso. Orologio svizzero, voto 6.5

 

Crivellaro: Si fa un bel sonnetto in panca mentre i ragazzi sudano, poi viene buttato nella mischia ed ha ancora le pegole attaccate agli occhi e l’espressione di chi avrebbe voluto rimanere a nanna un altro po’. Sbroglia con calma e aspetta il triplice fischio. Yoghi (da Yogi bear), voto 6.5.

 

Bonato: Scende sul terreno di gioco bardato come robocop, con tutore e corazza. Si vede che è un pochino imballato, dopo un lungo stop, ma il piede c’è e la voglia di fare bene pure. Trottolino, voto 6.

Pagelle Pfp – Crocifissoultima modifica: 2008-10-20T11:21:29+02:00da ferdy1975
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Pagelle Pfp – Crocifisso

  1. ….il Gustavo Rol dei poveri, candoz, è finalmente riuscito nel miracolo! Una pagella, probabilmente letta negli occhi del fratello muto Simo-Bernardo…

    …..Ringhio? L’avvocato nell’intervallo lo ha sfidato, lui ha risposto da grande campione, con un secondo tempo da incorniciare. Ora restituisci a Caesar ciò che è di caesar (la tuta!).

  2. pomposo, pomposo, pomposo, che altro sai essere? Guarda che non è mio fratello che è muto, siamo noi che abbiamo seri problemi di logorrea. Come cantava il tuo gruppo preferito, il Jalisse: “Fiumi di parole . . . ” W la squadra più polemica dell’Endas!

Lascia un commento